Cinzia Castagna.jpg

Cinzia Castagna

Frequenta l’ambiente fotografico internazionale e vari festival della fotografia, fra cui Arles.
Il percorso evolutivo passa attraverso il lavoro di Art Buyer sui set televisivi di Mediaset e prosegue
con il lavoro di buyer nei paesi orientali per attività di marketing.
Quando si trasferisce nelle campagne piacentine nel 2000, incomincia uno studio personale e
approfondito della botanica, che sfocia nel lavoro di fotografia di giardini, in particolare con la
collaborazione al mensile Gardenia.
Parallelamente inizia una ricerca fotografica personale.
Intimamente attratta dalla flora spontanea, ritrae un microcosmo astratto dal suo contesto
naturale, del quale ama evidenziare il rapporto intimo fra arte e natura.
La fotografa esplora i paesaggi secondari, non antropizzati che le forniscono spunti creativi, con cui
comunica il desiderio di un rapporto fra astratto e concreto, fra immaginario e reale.

UNO SGUARDO ATTRAVERSO IL RESPIRO
 
In giro, dove vivo e dove vado.
Guardando le cose che io vedo, la gente, il paesaggio, i cartelloni stradali o soltanto dei graffiti. Quello che circonda me, la mia vita.
Trattenendo il respiro per scattare, sospirando per la cosa che ho visto.
Un lavoro street fatto di colori, di gesti e di luoghi.